Decreto Legge 5 gennaio 2021 (valido dal 7 al 15 gennaio)

Presidenza Consiglio MinistriUlteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (7-15 gennaio):

7 e 8 gennaio: fascia gialla

Spostamenti liberi, ma all’interno della propria regione.
Aperti negozi, bar e ristoranti, questi ultimi fino alle 18.

9 e 10 gennaio: fascia arancione

Chiusi bar e ristoranti, ma consentito asporto.
Aperti negozi, parrucchieri e centri estetici.
Divieto di spostamento tra le regioni e tra i comuni, se non per comprovati motivi; consententite le visite a parenti e amici, sempre in due persone.

Dal 7 al 15 gennaio

Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5. 
Vietato spostarsi da una regione all’altra se non per motivi di lavoro, salute e urgenza.
Resta consentito il rientro nella propria abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione.
Restano consentiti gli spostamenti dai comuni inferiori ai 5.000 abitanti fino a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.
Resta consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata una volta al giorno, fra le ore 5 e le ore 22, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.
Scuole superiori in classe da lunedì 11 gennaio al 50%, mentre elementari e medie riaprono regolarmente il 7 gennaio.

Dall’11 al 15 gennaio scatteranno le restrizioni previste a seconda delle fasce di colore che saranno attribuite dopo il monitoraggio dell’8 gennaio.


Testo integrale del decreto legge QUI

(
Castel d'Ario, 06/01/2021)

Questo sito usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più consultare l'informativa estesa.